Didi Leone: «Gruppo fantastico, da cinque anni sa solo vincere»

L’Elisa Volley ce l’ha fatta: la sua Under 18 maschile è campione regionale e Domenico Delfino Leone, che allena questo gruppo insieme al suo vice Aniello Florio, può esprimere tutta la sua gioia:  «E’ stata una vittoria importantissima per il nostro progetto – spiega il coach – Ci tenevamo tantissimo a vincere e qualificarci per le fasi nazionali, proseguendo così il progetto iniziato qualche anno fa con i 2001, per alcuni dei quali questa sarà la quinta partecipazione consecutiva alle fasi nazionali. Inoltre, insieme ai 2001, abbiamo integrato un bel gruppetto di 2000 che fin qui non ha mai partecipato alle fasi nazionali e quindi ci teneva particolarmente a garantirsi la possibilità di fare quella che è un’esperienza unica nella vita di un pallavolista. Ce l’abbiamo messa tutta per portarli a centrare questo obiettivo».

L’analisi della partita parte dall’aspetto più concreto possibile: «Era una finale e come tale doveva essere vinta. Noi lo abbiamo fatto, passando da momenti della gara in cui sembrava che avessimo vinto, poi perso, alla fine per fortuna l’abbiamo rivinta. I primi due set sono stati spettacolari da parte nostra: abbiamo tramortito l’avversario, che praticamente non è mai riuscito a giocare, se non sui nostri errori». Poi, però, qualcosa è cambiato: «Nel terzo siamo partiti male, poi abbiamo recuperato, tornando a giocare come volevamo, ma non siamo mai riusciti a prendere il largo. Qualcuno dei nostri ha iniziato ad avvertire la fatica e non siamo riusciti a spuntarla. Ottaviano ha iniziato a prendere fiducia, ha creduto nei propri mezzi, anche perché è una bella squadra, e noi invece abbiamo iniziato a perdere un po’ delle nostre certezze. Questo ci ha portato a disunirci e perdere anche il quarto set, un po’ sulla falsariga del terzo». A quel punto c’è stata la reazione d’orgoglio dell’Elisa: «Il tie-breaki premia chi ne ha di più e noi ne avevamo di più di loro – osserva il tecnico – Eravamo superiori, dovevamo vincerla e ci siamo riusciti grazie a un ottimo quinto set, giocato tecnicamente bene e con tranquillità. In ogni caso è stata una finale degna perché giocata da due ottime squadre: Ottaviano ha ottime individualità ed ha fatto una grande partita. I ragazzi tra loro ormai si conoscono bene, anche perché molti di loro hanno fatto le regionali insieme. In queste gare danno l’anima per prevalere su quelli che in questi contesti sono degli avversari ma che tante altre volte sono stati dei compagni di squadra».

Un traguardo del genere comporta tutta una serie di ringraziamenti, dai quali Domenico Delfino Leone non si esime: «Complimenti a questi ragazzi, per il lavoro e i sacrifici che hanno fatto. Tutti, sia chi ha partecipato alla gara che chi non è stato convocato e l’ha vista da casa. Questo è un gruppo di 17-18 ragazzi, ognuno dei quali ha dato il suo contributo. Ora ci aspettano le fasi nazionali, ringraziamo la società per la possibilità che ci ha dato di creare questo gruppo, le famiglie dei ragazzi che ci hanno seguito, le varie società che ci hanno appoggiato in questo progetto. E in bocca al lupo a noi per queste finali nazionali. Complimenti, infine, anche all’organizzazione, perché è stata una bella Final Four, organizzata bene in tutti i dettagli e siamo davvero felici di averla vinta».