Finali nazionali Under 18: l’Elisa lotta ma cede al quinto

Inizia con una beffarda sconfitta, dopo oltre due ore di lotta, l’avventura dell’Elisa Volley Pomigliano Under 18, già campione provinciale e regionale, alle finali nazionali in corso in Puglia, tra Massafra e Castellaneta. Inserita nel girone G (insieme a Sempione Giro Volley Roma, Matervolley Castellana e Bunge Romagna Ravenna), la squadra allenata da Didi Leone con il supporto di Nello Florio si è infatti inchinata solo al tue-break e di strettissima misura ai romani del Giro Volley, dopo aver condotto anche per due set a uno, nella gara giocata al Palasport “Giovanni Paolo II” di Massafra. Un vero peccato, in un torneo di altissimo livello che lascia pochissimi margini di recupero, ma anche in questa occasione i “golden boys” dell’Elisa hanno dimostrato tutto il loro valore.

LA PARTITA – Il primo set si gioca sul filo dell’equilibrio fin quasi agli ultimi punti,  con i romani che provano più volte la fuga. Poi, dopo che la squadra allenata da Didi Leone era riuscita a riportarsi in scia fino al 20-21, ma il 4-0 finale del Sempione Giro Volley Roma chiude il parziale sul 20-25.

Il secondo set è ancora più avvincente, con una vera e propria altalena di emozioni: il primo mini-allungo è dell’Elisa (6-4), ma i laziali non ci stanno e ribaltano il risultato in loro favore (9-11). L’Elisa però non molla e resta agganciata agli avversari, riuscendo a riportarsi in testa sul 18-17 e poi allungando sul 22-19 prima della chiusura sul 25-21.

Il terzo set è un vero e proprio capolavoro. Perché l’Elisa parte malissimo, andando sotto 1-3 e poi 3-7. Ma ormai i ragazzi terribili dell’Elisa hanno capito di potersela giocare alla pari e reagiscono prontamente, riavvicinandosi al Giro Volley sulla’8-10 e ancor di più sul 10-11. Il sorpasso arriva quando il pallone inizia a scottare (18-17) e da quel momento in poi per i romani c’è poco da fare: l’allungo sul 22-19 è già un segnale, la chiusura sul 25-20 è un punto esclamativo su un parziale che vale doppio.

Il quarto set è l’esatto opposto di quello precedente: la partenza è ottima (3-1, poi 7-3) ma, quando la strada sembra in discesa, qualcosa nei meccanismi dell’Elisa Volley s’inceppa , così il Sempione Giro Volley Roma si rialza, aggancia i pomiglianesi sulla’8-8 e scappa via prima sul 9-13, poi addirittura sulla’11-21, che di fatto chiude in anticipo un set che poco dopo va in archivio sul 16-25.

Si arriva al tue-break, che di fatto annulla le due ore di battaglia precedenti. Ci si gioca tutto su poche palle. La partenza è ancora buona: 4-2, poi 6-4. I laziali però non ci stanno, pareggiano subito sul 6-6 e mettono la freccia sul 7-8. L’equilibrio resiste fino al 9-9, poi i romani piazzano un 5-0 che sembra chiudere il match (9-14), invece l’Elisa ci prova ancora, trova quattro punti consecutivi e si riporta a -1 (13-14), ma la clamorosa rimonta non si completa e la vittoria va al Sempione Giro Volley Roma.

DOMANI DOPPIO IMPEGNO – Oggi si torna in campo per un doppio impegno che completerà il girone e decreterà per quale fascia di classifica potrà ancora lottare l’Elisa. Si gioca sempre al Palasport “Giovanni Paolo II” di Massafra, con la prima sfida prevista per le ore 9, contro il Matervolley Castellana e la seconda e conclusiva partita per le ore 15.30, contro il Bunge Romagna Ravenna.