Finali U18: il sogno dei quarti sfuma per un set

La seconda giornata delle finali nazionali dell’Under 18 maschile, in Puglia, regala sorrisi e lacrime all’Elisa Volley Pomigliano, che chiude la giornata con una vittoria e una sconfitta e un terzo posto finale nel girone G che relega la squadra allenata da Didi Leone alle finali di consolazione (dal 9° al 12° posto) per un misero set perso di troppo. Insomma, è il solito dilemma del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: l’Elisa Volley ha dimostrato che anche in un contesto del genere ci può stare senza sfigurare, ma è chiaro che il rammarico è tanto, perché sarebbe bastato pochissimo per ritrovarsi tra le magnifiche otto.

La giornata inizia male, con un secco 3-0 (25-12, 25-22, 25-19) rimediato contro i pugliesi del Matervolley Castellana, dominatori del girone con tre vittorie su tre. L’altrettanto netto 3-0 che Ravenna rifila al Sempione Giro Volley Roma (che giovedì aveva battuto l’Elisa) sembra il preludio a un pomeriggio altrettanto complicato, invece nella terza e ultima sfida l’Elisa cambia volto e, lottando con le unghie e con i denti, strappa i primi due parziali alla Bunge Romagna Ravenna (25-22, 25-23). La qualificazione è rimessa in discussione, ma è necessario vincere anche il terzo parziale. Invece Ravenna reagisce e l’Elisa si spegne, cedendo nettamente (15-25). La squadra di Leone però non ci sta e va a prendersi il quarto set (25-18) e il primo successo di queste finali.

L’Elisa Volley dovrà dunque lottare per il nono posto, a partire da domani mattina (ore 9), quando sempre a Massafra incontrerà la Kioene Padova nel match di semifinale. La vincente della sfida di domani mattina troverà poi la vincente del match tra Zephir Trading Valdimagra e Ubi Banca Mercatò Cuneo nella finale per il nono posto. Le due perdenti, invece, si contenderanno l’11° posto.