In serie C sorridono gli uomini, cadono ancora le donne

Una vittoria ed una sconfitta, entrambe per le squadre di serie C, aprono il nuovo anno per l’Elisa Volley. Ma se la squadra maschile conferma di avere le carte in regola per fare un buon campionato, tra le donne la svolta tanto attesa tarda ancora ad arrivare.


SERIE C MASCHILEIl nuovo anno inizia con un sorriso per l’Elisa Volley Pomigliano in serie C maschile. I ragazzi di Didi Leone superano infatti in trasferta, a Pontecagnano Faiano, la Grifoni Incrocio Picentin con il punteggio di 1-3 (19-25, 25-20, 15-25, 18-25) e conquistano la sesta vittoria stagionale. In classifica l’Elisa è ora al settimo posto, ma con gli stessi punti (17) della Nuova GS Olimpica, sesta. Ovviamente soddisfatto, a fine gara, il tecnico dell’Elisa Volley Didi Leone: «E’ stata una vittoria importante, anche abbastanza netta, per 3-1, con un unico passaggio a vuoto nel secondo set – spiega il tecnico biancazzurro – Questo nonostante un avversario molto combattivo, che ha venduto cara la pelle anche grazie a tre o quattro individualità di rilievo. La vittoria è importante anche perché venivamo da una sosta particolare, nella quale non siamo riusciti ad allenarci granché e subito dopo il torneo nazionale Under 18 che ha visto impegnata gran parte della nostra squadra di serie C, che ha avuto pochissimo tempo per riposarsi. In più venerdì sera c’è stata la festa dei 18 anni del nostro Vittorio Gargiulo che ha finito per contribuire ulteriormente alla stanchezza del gruppo. Dunque non eravamo al meglio ma nonostante ciò i ragazzi hanno fatto una grande partita, dimostrando di tenerci e di essere davvero un bel gruppo. Siamo contenti, sperando di recuperare al più presto gli infortunati. A tal proposito questa settimana c’è stato il ritorno di Coppola, che in Under 18 ha fatto il libero e in questa gara ha fatto parte del gruppo dopo tre mesi. Va benissimo così: facciamo un passettino alla volta».
SERIE C FEMMINILESconfitta pesante, invece, per la squadra femminile di serie C, che si arrende anche al Cus Salerno nel fondamentale scontro diretto tra ultime della classe e resta così l’unica formazione ancora senza vittorie e senza punti dell’intero girone. Al PalaFalcone finisce 1-3 (20-25, 25-23, 18-25, 22-25), al termine di una gara nella quale solo a tratti le ragazze di coach Spadaccio hanno dato l’impressione di potersela giocare fino in fondo. Il secondo set, conquistato in volata, si è rivelato però un fuoco di paglia, con le salernitane che dal terzo hanno preso nuovamente il comando delle operazioni. E’ amaro, a fine partita, il commento del coach Pasquale Spadaccio: «Il peso della partita si è fatto sentire – ha detto il tecnico – Siamo state troppo distratte, troppo rinunciatarie. il nostro primo obiettivo deve essere lavorare sulla testa di queste ragazze, troppo fragili. Questa sconfitta ci deve far pensare molto: a tratti si esprime un bel gioco, ma a tratti manchiamo di volontà, di carattere e personalità. La volontà la dobbiamo mettere già durante gli allenamenti, per cercare di cambiare qualcosa nelle partite e dare una svolta a questo campionato».