Elisa, pochi sorrisi nell’ultima settimana

Pochi sorrisi pieni, nell’ultima settimana di gare, per l’Elisa Volley, che in più di un caso raccoglie meno di quanto immaginato alla vigilia. Si tratta però di una fase della stagione in cui vale ancora la pena fare esperimenti. Senza contare qualche infortunio di troppo, che anche questa settimana non è mancato.

SERIE C MASCHILE

Vince in rimonta ma perdendo un punto per strada, la squadra di serie C maschile dell’Elisa Volley, che la spunta solo al quinto set (23-25, 25-14, 25-27, 25-12, 15-9) contro la Snav Folgore Massa. Una vittoria che non può soddisfare appieno i biancazzurri, raggiunti ora dalla GS Olimpica al sesto posto. Un parziale rammarico che si ritrova anche nelle parole di coach Didi Leone, subito dopo il match: «E’ un risultato che lascia un po’ di amaro in bocca – spiega – perché meritavamo di conquistare l’intera posta in palio. Però considero comunque il bicchiere mezzo pieno, visto che almeno è arrivata la vittoria, dopo qualche sconfitta di troppo nell’ultimo periodo, caratterizzato da troppe assenze e un eccessivo rilassamento. E, con un gruppo così giovane, quando non si lavora al 100% non si ottengono grossi risultati. D’altro canto dispiace perché, contro un Massa rimaneggiato, avevamo una grossa opportunità per fare tre punti. Infatti i nostri parziali vinti sono tutti netti, mentre quelli persi si sono chiusi con il minimo scarto. La nota positiva è che abbiamo fatto esordire due ragazzi della D: il palleggiatore Antonio Savi e Palazzolo come banda, con entrambi che hanno fatto anche un buon esordio».

UNDER 20 MASCHILE

Sconfitta interna per l’under 20 maschile dell’Elisa Volley, che si arrende in quattro set (25-23, 19-25, 23-25, 23-25) alla capolista Gis Ottaviano. Una sconfitta che arriva al termine di una gara molto tirata, nella quale coach Leone ha anche provato a fare un po’ di esperimenti, come lui stesso spiega: «L’obiettivo principale di questa squadra è quello di fare esperienza, considerato che si tratta fondamentalmente dello stesso gruppo della serie C. Il primo set lo abbiamo vinto, giocando bene con il gruppo più solido di tutta l’under 20. Dal secondo set in poi abbiamo iniziato invece a ruotare tutta la squadra, per far rifiatare e per far giocare tutti, provando tutte le situazioni di gioco. Quindi gli equilibri si sono persi, anche se abbiamo continuato a lottare. Nel terzo parziale abbiamo provato l’under 18, che questa settimana sarà impegnata nelle semifinali provinciali contro Pozzuoli e, purtroppo, mentre stavamo conducendo agevolmente il set, si è fatto male Carlo, il palleggiatore, e la squadra si è un po’ bloccata. Però chi lo ha sostituito ha fatto benissimo e abbiamo giocato un grande quarto set. E’ stata una bella partita, che ci lascia comunque una nota positiva, sperando solo di non avere altri problemi di carattere fisico».

UNDER 16 MASCHILE

Secca sconfitta per l’Elisa Volley under 16 nello scontro diretto per il primato contro l’altra capolista, il Volley Meta. Gara chiusa in appena tre set (18-25, 21-25, 12-25) e che di fatto riconsegna il primato solitario ai costieri, squadra che, come riconosce lo stesso tecnico dell’Elisa Didi Leone, è al momento su un gradino superiore rispetto all’Elisa. «Era lo scontro al vertice, visto che sia noi che il Meta arrivavamo a questa partita con una sola sconfitta alle spalle – spiega coach Leone – Loro però sono arrivati a Pomigliano al completo, con un organico costruito per vincere e una squadra molto solida. Noi purtroppo, come ci capita a volte, negli appuntamenti che contano tiriamo un po’ il freno a mano. Dobbiamo continuare a lavorare: è stata una sconfitta netta, con qualche motivo di rammarico solo nel secondo set, per qualche punto perso banalmente, ma il Meta è una squadra che in questo momento ci è superiore e non perdona. Continuiamo a lavorare per vedere se più in là riusciremo a dargli fastidio, raccogliendo i frutti di un anno di sacrifici. I ragazzi devono stare un po’ più tranquilli e concentrati sul nostro obiettivo, che è quello di migliorare e non per forza di rincorrere un avversario che al momento ci è superiore».

SERIE D FEMMINILE

Piccolo passo indietro per la squadra di serie D femminile dell’Elisa Volley, che perde in maniera netta (25-10, 25-13, 25-17) ad Orta di Atella, sul campo del Volleyò. Una sconfitta senza attenuanti, visto che solo nel terzo le biencazzurre sono riuscite a limitare il passivo, in un set comunque molto ben gestito dalle padrone di casa.

PRIMA DIVISIONE FEMMINILE

Sconfitta in tre parziali piuttosto netti anche per la Prima Divisione femminile, che si arrende 25-22, 25-12, 25-15 al Volley World Rossa. Questo il commento a fine gara di coach Peppe Miranda. «Siamo in un periodo in cui la sfortuna sembra essersi accanita contro di noi, con una serie infinita di infortuni che non ci porta ad avere la nostra vera identità in campo. Le assenze però non saranno mai un alibi e certamente dovremo lavorare molto di più per uscire da questo momento. Siamo riusciti a lottare solo per un set contro un’ottima squadra che non ci ha concesso molto. Ora cercheremo di fare tesoro di queste difficoltà per trasformarle in forza. Vorrei rivolgere un pensiero al nostro libero Mariarca Paone che purtroppo non potrà essere dei nostri per il prosieguo della stagione ma certamente tornerà più forte di prima».

UNDER 18 FEMMINILE

Tutto facile per l’under 18 femminile dell’Elisa Volley, che supera con estrema facilità la Fiamma Torrese tra le mura amiche del PalaFalcone. Finisce 3-0 (25-13, 25-15, 25-17), al termine di un incontro sempre gestito senza problemi dalle biancazzurre, come spiega il tecnico dell’Elisa Domenico Curcio: «Partita controllata sempre agevolmente da parte nostra, anche perché dall’altro lato ci siamo trovati una formazione diversa da quella dell’andata, con ragazze che credo fossero più piccole, anche se tenaci, Noi, nonostante i tanti infortuni e le tante assenze, abbiamo messo in campo una formazione di tutto rispetto. In sostanza abbiamo vinto con una certa facilità, portandoci ora in una zona di classifica piuttosto interessante, pur sapendo che ci aspettano partite molto impegnative, ma ora contava fare risultato e le ragazze hanno risposto in maniera positiva».