Domenico Delfino Leone: «Bene contro i Colli Aminei, male con il Vitolo»

In serie C maschile la settimana appena andata in archivio ha portato all’Elisa Volley due sconfitte dal sapore ben diverso: se il 3-1 subito giovedì dai forti Colli Aminei va infatti considerato un risultato più che onorevole, soprattutto in considerazione dell’assenza dei migliori Under 18, che l’indomani avrebbero dovuto giocare la finale provinciale, molto meno lusinghiera è la sconfitta maturata sabato (ancora per 3-1) contro il Vitolo Volley, squadra che in classifica segue l’Elisa Volley.

Di tenore opposto, di conseguenza, anche le dichiarazioni post partita del tecnico dell’Elisa Volley. Evidente la soddisfazione dopo la gara con i Colli Aminei: «Abbiamo preferito lasciare a riposo i nostri migliori Under – spiega il tecnico – ma nonostante ciò la squadra non ne ha risentito e nel primo set solo un break in ricezione, a metà parziale, ci è costato caro. Nel secondo set invece siamo partiti con il piglio giusto, perché i ragazzi sono riusciti a mantenere la ricezione e di conseguenza la gestione del gioco è stata perfetta. Abbiamo via via preso fiducia e l’avversario non è più riuscito a recuperare. Credo sia stato uno dei set più belli di quest’anno. Anche nel terzo set siamo partiti bene, ma il solito break in ricezione e un paio di scelte sbagliate in attacco ci hanno fatto andare sotto. Nonostante ciò siamo rimasti in partita e, a fine parziale, abbiamo anche fatto esordire il 2003. Stessa storia nel quarto set, con una buona partenza e poi un break che ci ha allontanati dai nostri avversari. Ma abbiamo giocato con un bel piglio, i ragazzi hanno giocato davvero una bella partita e, soprattutto, il vanto maggiore è che l’avversario non ha schierato i panchinari ma i titolari».

Molto meno benevolo il commento del tecnico dopo l’inatteso ko contro il Vitolo Volley: «Purtroppo è stata una delle nostre peggiori gare – dice senza mezzi termini – Di sicuro lo sono stati un paio di set. Da salvare c’è poco: forse la reazione nel terzo set, quando abbiamo cercato di recuperare la partita e ci stavamo anche riuscendo, visto che poi nel quarto siamo andati avanti 20-15, solo che un po’ le scorie dei set precedenti, le tre partite in una settimana e gli Under un po’ scarichi perché reduci dalla finale provinciale, ci hanno ributtato giù. Di certo, però, l’avversario ha affrontato la partita come avremmo dovuto affrontarla noi: con il piglio giusto, voglia di vincere, aggressivi e attenti su ogni palla. E’ chiaro che, contro una squadra che ci segue in classifica, avremmo dovuto portare a casa i tre punti, però la giornata era nata storta, con un primo set da dimenticare. Più in generale nessuno ha dato il meglio do sè: molte disattenzioni, poca reattività, ma soprattutto poca cattiveria, voglia di aggiustare gli errori dei compagni. Archiviamo questa partita come un passaggio a vuoto. Purtroppo quest’anno siamo un po’ altalenanti, proveremo a rifarci la prossima settimana, quando avremo una settimana tipo, a differenza di quella appena trascorsa».